IL VIOLINO DI AUSCHWITZ di Anna Lavatelli e Cinzia Ghigliano, LE RANE INTERLINEA

IL VIOLINO DI AUSCHWITZ di Anna Lavatelli e Cinzia Ghigliano, LE RANE  INTERLINEA

Per la collana Le rane di Le Rane di Interlinea ecco Il violino di Auschwitz scritto da Anna Lavatelli e illustrato da Cinzia Ghigliano.

Ma è ebrea e durante la guerra tutto cambia.

Le rimarrà solo il suo violino, da cui non si separerà a nessun costo.

Il violino di Auschwitz racconta di Cicci che ha tutto ciò che una ragazza possa desiderare: una vita bella e agiata, una famiglia che le vuole bene, tanti amici e una grande passione per la musica.

Sarà proprio lui a raccontare, dopo un lungo silenzio, la lenta discesa di Cicci verso l’inferno del campo di concentramento di Auschwitz, dove sarà costretta a suonare per le SS. Scoprirà però che la musica rende liberi.

RECENSIONE IL VIOLINO DI AUSCHWITZ

Il violino di Auschwitz è un racconto per ragazzi unico e commovente tratto da una storia vera. 

E’ una storia per bambini che fa riflettere e che descrive, attraverso gli occhi e le emozioni di una ragazzina, i terribili giorni e le terribili esperienze vissute all’interno del campo di Auschwitz, dove la musica è l’unico motivo per continuare a sperare, a vivere. 

Il “violino della Shoah” è un violino che ha vissuto il dramma di Auschwitz: la sua storia, legata alle persone che l’hanno posseduto, è stata ricostruita grazie a Carlo Alberto Carutti, ingegnere milanese appassionato di arte e collezionista di strumenti a corda, che nel 2014 scova un pregiato violino Collin Mézin presso un antiquario di Torino.

Subito si accorge che è un violino molto particolare: ha una stella di Davide incisa sul retro della cassa ed all’interno c’è un cartiglio con delle note musicali, una scritta in tedesco e il numero 168007, che scopre essere stato il numero di matricola ad Auschwitz di Enzo Levy Segre.

Piano piano riesce a ricostruire tutta la storia della famiglia, proprio tutto ciò che è narrato nel libro

Oggi Il violino è conservato al Museo di Cremona, nella Sala della musica, parte della collezione di strumenti storici di Carlo Alberto Carutti.

Inoltre, sempre grazie alla tenacia e all’interessamento dell’ing. Carutti, il violino è stato protagonista di diversi eventi e commemorazioni per la Giornata della Memoria come testimone della Shoah.

Nel 2017 è tornato a suonare anche a Birkenau, simbolica rivincita del potere della musica contro l’ingiustizia e la sopraffazione.

  • Autore: Anna Lavatelli
  • Illustrazioni: Cinzia Ghigliano
  • Titolo: Il violino di Auschwitz
  • Edizione: Le Rane di Interlinea 
  • Genere: Libro per bambini e ragazzi
  • Data di pubblicazione: gennaio 2018
  • Formato: 12,5 x 16 cm, copertina flessibile
  • Pagine: 88 a colori
  • Età di lettura: da 8 anni
  • Il voto di Chri: 5 stelline

Puoi acquistare il libro qui Il violino di Auschwitz, libro per ragazzi

2 pensieri su “IL VIOLINO DI AUSCHWITZ di Anna Lavatelli e Cinzia Ghigliano, LE RANE INTERLINEA

  1. After exploring a number of the articles on your blog, I seriously appreciate your technique of blogging.
    I saved it to my bookmark site list and will be checking back in the near future.

    Please visit my website as well and tell me how you feel.

  2. May I simply say what a relief to find somebody who genuinely understands
    what they’re talking about on the internet.
    You actually realize how to bring a problem
    to light and make it important. More and more people need to check
    this out and understand this side of the story.
    It’s surprising you aren’t more popular since you definitely have
    the gift.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.